Buon compleanno Gianni!

01/09/2011 § 1 Commento

 edoardo chianura

Se chiediamo di citare il nome di un intellettuale italiano fra i più importanti degli ultimi cento anni forse qualcuno nominerà Eco, oppure Pasolini, magari Gramsci se siamo nostalgici, Bobbio se siamo di Torino, Sciascia se siamo siciliani, e molti altri ancora, chiedo venia per gli intellettuali eccellenti, viventi e non, che non sono stati citati. Difficilmente però ci verrà in mente che il 23 ottobre del 1920, a Omega, estremo nord del Lago d’Orta, nasceva una delle figure italiane più importanti, forse unica in quell’ambito che lo stesso autore descrisse ne La Grammatica della Fantasia; introduzione all’arte di inventare storie, cioè Gianni Rodari.

 Ma perché Gianni Rodari dovrebbe essere annoverato fra i più grandi e brillanti intellettuali di cui la nostra patria può vantarsi? Per una ragione molto semplice: sapeva parlare e farsi capire dai bambini. Eppure proprio per questa sua notevole capacità spesso viene esiliato al ruolo minore di autore per l’infanzia, come se scrivere per i bambini non richiedesse altrettanta capacità che farlo per gli adulti.

Spiegare a un bambino delle elementari che cos’è, ad esempio, la libertà o la giustizia. Far comprendere concetti che noi spesso ed erroneamente diamo così per scontati, è una capacità di tutti? Se fosse veramente così… Rodari di sicuro sapeva farlo. Sapeva spiegare con i suoi racconti, con le sue favole, con il suo teatro e le sue straordinarie filastrocche per bambini, il dramma dell’ingiustizia e persino la relatività nelle cose della vita di ogni giorno. Il tutto con bella maniera, con delicatezza e con non facile (ribadisco non facile) semplicità.

Il suo lavoro è sempre stato condito da “novità, novità: dappertutto novità”. Questo il propulsore che lo portò durante la sua carriera, attraverso diversi generi, a produrre a più non posso e a lasciare testimonianza e strumenti per un lavoro con l’infanzia che ancora oggi vive e crea nuove tracce, nuovi percorsi. Anche la rete non è immune da tutto ciò. Basta pensare ai numerosi siti dedicati all’autore: dal sito ufficiale di Gianni Rodari (www.giannirodari.it) ai diversi progetti istituzionali come http://www.indire.it/Rodari o a quello della “Torta in rete” presso la Biblioteca di Documentazione Pedagogica di Firenze (www.bdp.it/Rodari) e ancora al Centro Studi di Orvieto (www.rodaricentrostudiorvieto.org), per citarne alcuni. Per non parlare delle raccolte delle sue innumerevoli filastrocche “in cielo e in terra” rintracciabili sia in formato testuale (http://www.letturegiovani.it/E-book/Filastrocche.pdf) che in formato audio/musicale (letturalenta.net/2010/01/gianni-rodari-in-mp3).

E che dire del ricco progetto creativo impersonato da “Stroccofillo”? (www.stroccofillo.it) o del concorso “Fabulando” che vive appunto grazie al ricordo di Gianni Rodari? (www.fabulando.eu).

Non per nulla anche questo anno la XII edizione della “Settimana dei bambini del Mediterraneo” (18 al 23 ottobre) è stata sul tema: “Rodari e la sua attualità”. Attualità che vive e che con affetto ci porta a dire ancora: “Buon compleanno Gianni!” [école 79, dicembre 2010]

Annunci

§ Una risposta a Buon compleanno Gianni!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Buon compleanno Gianni! su Navigo ergo sum.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: